News

Venerdì 12 Aprile 2019 Bologna - ore 10,15

Sala XX Maggio - Terza Torre - via della Fiera, 8

CREDITO: Confidi, approvato DDL di riforma promosso da Assoconfidi Piccioli, "ora tocca al governo attuare i principi del provvedimento"

 

E' stato approvato definitivamente ieri pomeriggio il DdL Delega di riforma del sistema dei Confidi voluto e promosso da Assoconfidi con la partnership strategica di Unionecamere e delle Associazioni di categoria. La finalità è quella di ripensare il quadro normativo di riferimenteo per i Confidi per renderlo rispondente alle nuove esigenze delle PMI e all'evoluzione del contesto economicoe di mercato, anche attraverso l'avvio di un percorso di innovazione negli strumenti della garanzia.

Venerdì 18 marzo ore 11 presso la sede di Unioncamere Emilia Romagna

Confidi in rete Emilia Romagna incontra gli Assessori e i Dirigenti della Regione Emilia Romagna, i rappresentanti del sistema camerale, delle associazioni di categoria e il sistema bancario.

Nell’occasione Il Presidente di Confidi in rete Emilia Romagna Alberto Rodeghiero, illustrerà la prima iniziativa della rete tesa a facilitare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese.

I numeri espressi dalla aggregazione dei Confidi costituitasi lo scorso 23 luglio 2015 sono la dimostrazione della efficiente attività svolta da questi importanti attori che complessivamente associano ben 42 mila imprese, con 5552 finanziamenti garantiti per un totale di 368.914.000 milioni di finanziamenti attivati.

Confidi in Rete Emilia Romagna nel recente incontro del 7 marzo U.S. con i capigruppo consigliari della Regione Emilia Romagna ha richiesto il giusto riconoscimento di una pari dignità da parte della Regione verso tutti i confidi operanti sul territorio regionale, a prescindere dall’iscrizione o meno all’albo degli intermediari vigilati.
In sintesi le proposte della rete hanno riguardato:
1) Equa ripartizione delle risorse regionali, con la proposta di costituzione di un Fondo Unico Regionale a cui possano accedere tutti i confidi aventi i requisiti nel rispetto del parere dell’antitrust del 11-02-2015.
2) Intervento della Regione affinchè il fondo di garanzia in Emilia Romagna sia esclusivamente intermediato dai Confidi, almeno per importi di finanziamento fino a 300 mila Euro, come da tempo avviene in Toscana e nelle Marche.
3) Modifica dell’art 14 della Legge Regionale 14/2014 che stabilisce “al fine di favorire il ricorso al credito delle imprese che la Regione sostiene i soggetti che operano a supporto del sistema produttivo regionale, iscritti al vigente elenco degli intermediari finanziari vigilati”. Tale norma non è coerente con la legislazione nazionale e con quanto espresso dal parere dell’Antitrust di cui al punto 1.

agrifidi ferraraagrifidi uno emilia romagnaagrifidicgdconfartigianato ferraracofireconfidi romagna ferraraconfidiinretecreditcommfidi cesenafinterziariogarcomunion fidi

Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi offerti da questo sito e per ottimizzare l'esperienza dell'utente.